lunedì 22 maggio 2017

Le meraviglie della Cattedrale di Chartres


Buongiorno al favoloso gruppo facebook 'Thriller storici e Dintorni' di cui sono entrata orgogliosamente a far parte grazie al suo ideatore Roberto Orsi e del quale esiste anche un gettonatissimo blog: http://tsd.altervista.org/home/ . 
Questo è il primo post dedicato alla rubrica #CattedralieDintorni al via lunedì 22 maggio, nata dalla mente spumeggiante di Roberto. Lui ha proposto e io ho accettato con entusiasmo. Animerà le discussioni degli appassionati di segreti e curiosità che coinvolgono cattedrali, chiese e monasteri di tutto il mondo. 
Per inaugurare la rubrica abbiamo scelto il capolavoro gotico della Cattedrale di Chartres nel nord della Francia. Ho avuto la fortuna di scoprirne le meraviglie durante una delle 'fughe dalla quotidianità' condivise con mio marito. Ne sono rimasta affascinata. Di certo la bellezza oggettiva dell'edificio ha fatto la sua parte, ma gli enigmi che ne avvolgono la storia l'hanno resa ai mie occhi ancora più attraente. Per questo motivo è d'obbligo la lettura del libro di Luois Charpentier 'I Misteri della Cattedrale di Chartres' dei quali parliamo proprio in questo primo post della neonata rubrica #CattedralieDintorni. 
Invito tutti colori che stanno leggendo l'articolo e non facciano già parte del gruppo facebook 'Thriller storici e Dintorni' a iscriversi, così da poter condividere con noi questi stimolanti rompicapi.  

Qui di seguito riporto l'estratto del mio diario di viaggio 'La seducente Francia del Nord' dedicato alla cattedrale e pubblicato sulla nota rivista 'Turisti per caso'. Potete trovare spunti utili per organizzare la vostra vacanza al link: http://turistipercaso.it/francia/71655/la-seducente-francia-del-nord.html . Se invece volete godervi qualche foto, eccovi il collegamento al mio post sul blog: http://amareviaggiarescrivere.blogspot.it/2014/06/on-road-nella-seducente-francia-del-nord_5.html. In ogni caso vi auguro una piacevole lettura.  

"La Cattedrale di Chartres è un vero e proprio capolavoro, non per niente dal 1979 è entrata a far parte del Patrimonio dell'Umanità. Le prime tracce di un'antica cattedrale risalgono al VI secolo, poi un susseguirsi di costruzioni, incendi e demolizioni segnano la storia di questo sito fino al 1194 quando dalle ceneri della vecchia chiesa rinasce in soli trent'anni l'attuale cattedrale gotica con ben 176 vetrate e 9 magnifici portali scolpiti. Varcato il Portale Reale ci si ritrova nella semioscurità dell'interno, voluta proprio per poter osservare meglio gli splendidi e colorati mosaici delle vetrate. Sul pavimento è inciso il Labirinto, simbolo del cammino terreno dell'uomo verso la meta finale: Dio. I tre grandi rosoni posti sulle facciate sud, ovest e nord raffigurano rispettivamente l'Apocalisse, il Giudizio Universale e i re di Giuda. Al centro del coro troneggia la statua dell'Assunta mentre sulla bellissima recinzione che lo circonda sono scolpite le statue che rappresentano la vita della Vergina e la vita di Cristo. L'esterno è impreziosito da due alte torri con guglie, volte, archi e sculture: una meraviglia che lascia senza fiato."



Le due torri di Chartres si avvicinano al cielo
All'interno della Cattedrale ci si sente minuscoli


La recinzione scultorea che circonda il coro

Nei colori dei mosaici di Chartres gli occhi si perdono facilmente

L'imponenza dei tre portali d'ingresso della Cattedrale

I contrafforti laterali della Cattedrale

Grazie a tutti coloro che hanno visitato il mio blog e hanno condiviso questo post. Un caloroso saluto da Amare, Viaggiare, Scrivere.

Nessun commento:

Posta un commento